Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

lunedì 11 gennaio 2021

Ti regalo

Ti  regalo la parte 

migliore di me, 

è lì che si nutre 

e che cresce Amore.

Senza di lei 

tutto il resto è vano, 

è come un abito fantastico 

sopra ad un manichino. 

Tu guarda quel lato 

che nell'immateriale è 

che è la sua casa, 

perché d'Anima 

e di Spirito, 

dove risiede Amore,

e segui il suo cammino 

che da Spirito, 

da Anima deriva 

e scende lungo i fiumi 

ed i torrenti, 

passando dentro il sangue, 

nei muscoli, la pelle, 

in una metamorfosi 

d'Amore fatto carne. 

Ma non dimenticare mai 

da dove viene. 

Tu guarda gli occhi miei

guarda le mani, 

guarda i solchi

che i fiumi 

han disegnato 

dentro al cuore,

in essi

scorre sempre vivo

Amore.

Tu guarda le mie gote

il mio sorriso,

entra dentro di me

con quella stessa parte 

che scende lungo i fiumi

e poi diventa carne, 

io entro dentro te

col bacio mio, 

e  c'incontriamo 

lì dove le nostre anime

si sono già incontrate, 

già aspettate, 

lì dove si amano 

e si sono amate, 

lì dove si baciano

in un bacio di 

Spirito e di carne, 

dove tutto è completo, 

dove tutto è perfetto. 

Ecco, 

è in quel campo 

è lì che ti ho incontrato,

dove ci siamo amati 

per la prima volta, 

dove incontravo te

anche distante, 

lì dove i chilometri 

non hanno peso 

né esistenza, 

il campo in cui 

io e te ci amiamo, 

quello in cui 

ci accarezziamo. 

Credi,

un'altra volta credi.

Mostrami la parte 

migliore di te, 

è lì che si nutre 

e che cresce Amore.

Credo, 

un'altra volta credo.


Gabriella Dell'Aria 02.01.2021

Tutti i diritti riservati 

giovedì 31 dicembre 2020

Credo

 Non credo che basterà cambiare la data sul calendario, ma credo che basterà appellarsi al cuore. Non credo che la mezzanotte porti via ogni peso, credo che dopo il suo rintocco possiamo sentirci comunque nuovi. Non credo sempre a ciò che è già scritto, io mi muovo per strade imbattute, sentieri nascosti, io sono ciò che ancora non è avvenuto e tutto ciò che di bello può ancora accadere. Sfoglia, questa vita mia, come i petali di un gioioso fiore, mentre sento che tu, con la tua magia, modelli i giorni e modelli le stagioni, e in questa tua magia noi a lottarci dentro; io adesso l'assecondo, seguo, con la mia vita, il tocco di questa magia. Credo, che in ogni istante si compia la magia e tutto cambia, che possa cambiare in meglio. Credo, nel bene che diffondi in un istante, nel cuore che si allarga, quasi si spacca, ed esce il Sole. Credo, che tendo la mia mano verso la tua ed ecco è nella mia. Credo, che posso proseguire bene anche da sola ma che in verità sola non sono mai, nemmeno quando così sembra, ed io lo so, e la strada diventa ancor più bella. Credo, nei doni che circondano questa mia vita, in quelli che mi crescon dentro. Credo, che alzo gli occhi al cielo e sento amore, che metto i piedi a terra e sento vita, che entrambi sono fusi in me. Credo, nella potenza di questo Universo, credo nella nostra fonte che ci plasma e ci ha plasmati, credo nello sguardo che dice più delle parole, credo nel sentire silenzioso che mi giunge dentro, credo. Credo, che a volte bisogna sbattere la faccia contro il muro, che bisogna cadere, forse anche più e più volte, per superare un muro, un baratro, un dolore. Credo nella mia forza, in quello che mi hai messo dentro, in quello di cui sono fatta. Credo, che l'amore, quello vero, vola più in alto di ogni altra cosa, che arriva e libera, e ti porta oltre, oltre gli affanni, oltre le pene, oltre le guerre, oltre il dolore, oltre quello che vedevi o non vedevi, e ti mostra il Sole, i prati, il mare e tutte le altre cose.

Credo. Che questa mezzanotte può cambiare il mondo, che ogni mezzanotte, mezzogiorno, e tutte le altre ore, e i minuti, e i secondi, possono anche loro farlo, ma tu non aspettare, cogli il primo che ti passa accanto, tu riprendi a volare.

Credo nella lacrima sincera, credo nel sorriso spontaneo, credo negli abbracci, credo nei baci e nelle carezze. Credo nell'Amore, quello che scrivo sempre con lettera maiuscola, quello vero, quello che nasce, cresce e si espande dentro al cuore e da lui a tutto ciò che è fuori. Credo nell'Amore, quello di cui è pieno l'Universo intero, che ci avvolge, che ci entra dentro, che ci sostiene e ci nutre, ch'è fuori e tutt'intorno, quello in cui siamo immersi.

Credo. Credo, nell'Amore che sento verso te, in quello tuo per me. Credo. Alzo gli occhi al cielo, metto i piedi nudi a terra, si mischian dentro me Amore e Vita. E sono pronta ai doni. E sono pronta ai frutti. 

©Gabriella Dell'Aria

Tutti i diritti riservati 

Ultimo giorno dell'anno

 Sicuramente un anno dal quale c'è molto da imparare, sia come individui che come società umana. Tantissimi stimoli per essere il meglio di ciò che siamo. E se non si è costruito nulla di materiale, se si è rafforzato se stessi, se abbiamo rinforzato ciò che siamo, pronto a manifestarci al meglio in questo mondo, se abbiamo arato e seminato, o se lo stiamo facendo ancora, certo ne nasceranno buoni fiori. E se fioriranno da noi le cose belle, tutto il mondo ne godrà e farà festa.





©Gabriella Dell'Aria 30.12.2020

venerdì 25 dicembre 2020

Auguri

 Che la Luce del Mondo risplenda dentro e fuori portando con sé tutte le sue Meraviglie, scenda benevola come una dolce cascata su tutto, sulle vostre persone, nella vostra esistenza, su quelli che amate, portando con sé infiniti e bellissimi doni.

Tantissimi auguri, buon Natale 

Gabriella Dell'Aria