Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

lunedì 4 settembre 2017

E quando mi allontano...

E quando mi allontano
più mi manca
e gli occhi cercano___
lo stesso fanno
mente e cuore
e le mie mani.
Parole multicolore
e multiforme
e guardo le mie dita,
gli occhi,
dentro al cuore
e cerco___
cerco te!
E sempre io ti trovo!
Parole dolci
indossate come
guanti sulle mani,
come veli delicati
sulla pelle___
il cuore ne gioisce
l'animo sorride
e splende il Sole!
E torno!
E finalmente
torno a te!
Come ogni giorno___
come ogni istante
tu sei con me!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

6 commenti:

  1. Cara Gabriella, veramente belli questi tuoi versi,formano una bella poesia. Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso, grazie per il bel commento e per l'abbraccio che ricambio di cuore insieme all'augurio di un buon proseguimento di settimana :)

      Elimina
  2. Complimenti per i bei versi.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  3. Quando voglio sentire sul mio viso il soffio fresco come alito di vento di una poesia senza orpelli, spontanea come acqua sorgiva io passo da te e ti leggo. Immediatamente dopo sto bene. Come adesso. E ti ringrazio di questi istanti di pace e di solitudine coi miei migliori sentimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vincenzo, "spontanea come acqua sorgiva" è molto bello, felice che tu possa trovare tutto questo in quello che scrivo, ma ancor più gli istanti in compagnia dei tuoi migliori sentimenti, quelli che sono appunto tuoi.
      Bellissimo il tuo commento, come sempre, mi ricorda che posso scrivere anche per gli altri e non solo per me, che quando scrivo o anche mi rileggo, poi sto bene :)

      Elimina

Grazie per essere passato/a a leggermi! Se volessi lasciare un commento con le tue impressioni/sensazioni o anche solo un saluto... ti ringrazio ancora una volta!