Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

mercoledì 5 febbraio 2020

#Oggiilbuongiornoprofuma

#Oggiilbuongiornoprofuma di "tutto ciò che mi riconfuce a me sia benedetto". Perché a volte incontri te stesso in qualche ricordo e respiri aria buona, spero accada lo stesso quando, che sia tra poco o tra molto tempo, incontrerò la me stessa di oggi. L'aria spero sia dolce e leggera come quella che ho respirato poco fa. Non servono neanche tante parole, basta poco. Ma incontrare quella che ero, respirare il suo respiro, ricongiunge ogni parte di me.

- Ti è già successo, ricordi, bimba mia?

- Si, lungo un tratto di strada, in uno e più profumi, nei colori del cielo...

- Finché sarà bello incontrarti, finché ne avrai gioia, finché respirerai aria buona, saprai che tu sei qui.

-...a volte l'aria non era leggera...

-Tesoro mio, dimmi se c'era Amore.

-Si, c'era, tanto Amore.

- Allora lo era. Ancora sei qui. Finché lo sentirai, tu non temere.

- E se non dovessi più sentirlo, se una parte di me sarà impaurita, arrabbiata, delusa... 

- Sappi che passerà, lascialo andare.
Guarda ciò che accade e non tenerlo avvinghiato a te, lascialo andare, proprio come faresti con chi ami. Quello è il momento di amare un po' più forte, un poco meglio te. E da te che parte e si propaga. Amati ed Ama, più che puoi.

Si avvicinò e raccolse la solita lacrima sul viso, la baciò:
- Onora anche il tuo dolore. Onora anche quando senti assenza di te.

- Perché piango?

- Perché pensi di mancare a te stessa, ma è un'illusione. Lo capirai quando ti cercherai nell'oggi. Proprio dove sei.

Ecco, oggi il buongiorno profuma forte di tutto l'Amore che c'è.
Sia Amore, sempre, per tutti, umani e non ❤️
Gabriella Dell'Aria 05.02.2020
Tutti i diritti riservati

1 commento:

Grazie per essere passato/a a leggermi! Se volessi lasciare un commento con le tue impressioni/sensazioni o anche solo un saluto... ti ringrazio ancora una volta!